Albanian SQ Arabic AR Chinese ZH-CN English EN French FR German DE Hindi HI Indonesian ID Italian IT Japanese JA Korean KO Norwegian NO Portuguese PT Romanian RO Russian RU Spanish ES Turkish TR

Scopri Manet & Eva Gonzalès

Questa è la prima di una nuova serie di mostre “Discover” che sarà allestita nella Sunley Room della National Gallery per esplorare i famosi dipinti della collezione attraverso una lente contemporanea. La mostra si concentra sul ritratto di Eva Gonzalès (1849–1883) di Manet, con l’obiettivo di presentare nuove prospettive sulle artiste e sulla loro pratica artistica nella Parigi del XIX secolo e più in generale. La mostra è organizzata con la Hugh Lane Gallery di Dublino, dove è attualmente in mostra (1 giugno – 18 settembre 2022). ‘Discover Manet & Eva Gonzalès’ celebra l’amicizia e il rinnovato spirito di cooperazione tra le due istituzioni a seguito della nuova partnership concordata nel 2021 per quanto riguarda le 39 opere del Sir Hugh Lane Bequest. Sebbene considerato il padre del modernismo e una figura di spicco per la generazione impressionista, Manet ebbe solo un’allieva formale, Eva Gonzalès. Figlia di un importante scrittore, entrò nello studio di Manet nel 1869, all’età di 22 anni. Al momento della sua morte, 14 anni dopo, dopo il parto, era diventata un’artista affermata a pieno titolo e il suo lavoro veniva spesso esposto spesso a recensioni positive. L’Eva Gonzalès di Manet, un’ambiziosa opera a figura intera, fu dipinta l’anno in cui si incontrarono ed espose al Salon del 1870, dove raccolse la consueta miscela di aspre critiche e lodi.

La sezione introduttiva della mostra esamina le opportunità e le sfide affrontate dalle donne artiste nella Francia del Secondo Impero, oltre ad approfondire il dialogo artistico permanente di Manet e Gonzalès e le complessità della loro amicizia e tutoraggio. Gonzalès era un abile pastellist e ad un certo punto sembrava aver influenzato Manet in questo genere, sovvertendo il rapporto tra maestro e allievo.

Un filone centrale della mostra disimballa il ritratto stesso ed esplora il modo insolito in cui Manet ha raffigurato Gonzalès: vestita con un abito bianco inverosimile, più adatto per l’abito da sera che per la pittura, è seduta al suo cavalletto a completare una natura morta di fiori. In questi elementi, Manet sembra accennare all’era rococò , cosa riconosciuta dalla critica dell’epoca. In particolare, ha attinto a una tradizione di autoritratti sostenuta da artiste del 18° secolo come Élisabeth Louise Vigée Le Brun e Adélaïde Labille-Guiard.

Queste donne vedevano il genere del ritratto come un mezzo di autopromozione in un periodo in cui loro stesse stavano crescendo come artiste. Facendo riferimento a questi grandi precedenti nel suo ritratto di Eva Gonzalès, Manet ha reso omaggio al suo allievo. La mostra chiarisce questo punto includendo autoritratti di Vigée-Lebrun e altri.

La rappresentazione di Eva Gonzalès da parte di Manet è quindi inserita in un contesto più ampio con autoritratti femminili dal 18° all’inizio del 20° secolo, insieme a ritratti di donne artiste di amici, mariti e insegnanti maschi. Questo dialogo dinamico fornisce una visione del processo creativo e delle rappresentazioni del genere dall’interno e dall’esterno. Vengono inoltre mostrati i risultati di una nuova campagna di esame tecnico del dipinto. Questo mette in luce il processo creativo di Manet, rivelando la mano dell’artista nel raschiamento e nelle revisioni dell’immagine che sono state mascherate con gesti spontanei e maneggevolezza.

La mostra gratuita comprende opere di Eva Gonzalès, Elisabeth Louise Vigée Le Brun, Edouard Manet, Berthe Morisot , Alfred Stevens e Laura Knight.

‘Discover Manet & Eva Gonzalès’ è a cura di Sarah Herring, Associate Curator of post-1800 Paintings, ed Emma Capron, Associate Curator (Renaissance Painting), alla National Gallery, assistita da Chiara Di Stefano the Gallery’s Harry M Weinrebe Curatorial Fellow.

Il dottor Gabriele Finaldi, Direttore della National Gallery di Londra, afferma: “Questa mostra offre l’opportunità di esplorare le relazioni artistiche tra Manet e la sua allieva, Eva Gonzalès, di conoscere il suo lavoro e di capire come le donne artiste nel 19° secolo sono stati in grado di produrre opere radicali nonostante i limiti loro imposti.’

Il programma della mostra Sunley Room è sostenuto dalla Bernard Sunley Foundation.

Mostra organizzata dalla National Gallery e dalla Hugh Lane Gallery, Dublino.

Sunley Room
21 ottobre 2022 – 15 gennaio 2023
Ingresso gratuito

Scopri Manet & Eva Gonzalès alla National Gallery questo autunno è la prima mostra del Regno Unito ideata attorno al ritratto di Eva Gonzalès (1870) di Édouard Manet . Il dipinto, acquisito da Hugh Lane, all’inizio del XX secolo era considerato il dipinto francese moderno più famoso nel Regno Unito e in Irlanda.

Elios
Editoria - Arte - Spettacolo
info@elioseditoriale.org