Albanian SQ Arabic AR Chinese ZH-CN English EN French FR German DE Hindi HI Indonesian ID Italian IT Japanese JA Korean KO Norwegian NO Portuguese PT Romanian RO Russian RU Spanish ES Turkish TR

Peggy Guggenheim Collection. Un’opera della mostra Surrealismo e magia. La modernità incantata

Molti surrealisti sono affascinati dal linguaggio simbolico dell’alchimia, e uno dei temi chiave dell’alchimia è il matrimonio alchemico, o Nozze sacre: la fusione tra uomo e donna, sole e luna, Re e Regina, che rappresenta l’unione degli opposti in uno stato di perfezione psicofisica. Nell’opera Gli amanti, dipinto in cui Victor Brauner racchiude innumerevoli simboli alchemici e occulti, l’artista raffigura il processo delle Nozze sacre attraverso l’unione ideale tra “Il Bagatto” e “La Papessa”, due figure parte del tradizionale mazzo dei tarocchi, dove sono rispettivamente il primo e il secondo arcano maggiore.

Ogni mercoledì, sui canali social del museo e su YouTube, approfondisci la mostra Surrealismo e magia. La modernità incantata, grazie a una serie di brevi video dedicati a dieci capolavori esposti. Insieme a Gražina Subelytė, Associate Curator, Collezione Peggy Guggenheim, e Daniel Zamani, Curator, Museum Barberini, Potsdam, scopriamo i misteri che si celano dietro le tele di alcuni protagonisti di questo imperdibile percorso espositivo.

“Il soggetto del quadro è totemico, il quadro è dunque magico, stabilisce rapporti incantatori diretti con le grandi rêveries primitive, rêveries materiali”Victor Brauner

Elios
Editoria - Arte - Spettacolo
info@elioseditoriale.org