Genova, il giorno degli Eroi: Prokhorenko e Paolicchi

Nel parco reale la quercia eterna mi sussurrò

gli Eroi mai muoiono,

vanno semplicemente in cielo

Con i versi di Alexander Prokhorov, un poeta che ha dedicato all’Eroe di Palmira, i suoi versi più belli, il Presidente di Anima Russa di Genova, Julia Aprelova ha introdotto la serata dedicata agli Eroi morti per la Patria. Il 20 ottobre presso il Circolo Unificato dell’Esercito in Genova alla presenza del rappresentante del Consolato Russo di Genova dr Serghei CERNEGA sono stati ricordati Alexander Prokhorenko e Stefano Paolicchi. Due giovani Eroi che hanno combattuto e che sono morti per la Patria. Entrambi paracadutisti, sono stati travolti da un nemico feroce e spietato per salvare la civiltà, la libertà e tutta l’umanità. Sono gli Eroi, che dobbiamo ricordare e salvare dall’oblio. Alexander Prokhorenko e Stefano Paolicchi hanno compiuto atti di straordinario e generoso coraggio, che hanno comportato il consapevole sacrificio di se stessi allo scopo di difendere la Patria. In un clima di forte emozione è stata raccontata la storia Alexander Prokhorenko.

Il racconto, edito dalle edizioni Cut Up, è stato scritto da Vinicio Ceccarini, musicato da Anna Serena, arricchito dalle illustrazioni della Gloria Giuliano Ensemble e della Buzhurina Gallery.

La lettura dei testi è stata affidata all’attore Roberto Di Maio seguito al pianoforte da Anna Serena con la voce di Yana Odintsova e con il corpo di ballo Yana Odintsova e Kubina Yaremchuk. I costumi sono opera di Violetta Fadda. La Buzhurina Gallery ha presentato i pittori: Inna Varivonchik, Elena Buzhurina, Gianni Calcagno, Ljudmila Yakunina Evgeniya Petrova. Gloria Ensemble & Friends ha presentato i pittori: Stefano Bernabovi, Cristina Ferrarini, Gloria Giuliano, Gianni Gozzani, Gemma Grassi, Paola Repiccioli, Egildo Simeone. Nel corso della serata, sono state lette le poesie di Alexander Prokhorov, Irina Kovaleva e Ioulia Makarova-Liakh dedicate all’Eroe. Al termine della serata, la cerimonia del Premio Alexander Prokhorenko per l’informazione giornalistica è stata introdotta da Stefano Volpi del Comitato di Redazione di RussiaPrivet e da Angelo Sinisi, Presidente dell’Associazione Liguria Russia della Spezia che ha letto la motivazione della Medaglia d’Oro al Sergente Maggiore nel 9º Reggimento d’Assalto Paracadutisti “Col Moschin”, Stefano Paolicchi, ucciso a Mogadiscio il 2 luglio 1993, insignito di Medaglia d’Oro al Valore Militare alla Memoria. Il Premio Alexander Prokhorenko 2018 per l’impegno a far conoscere la verità sulla realtà attuale è stato consegnato al giornalista Matteo Carnieletto de “Gli occhi della Guerra” dalla Sig.ra Vincenzina Nicodemo, madre dell’Eroe Stefano Paolicchi caduto in Somalia nel 1993.

Elios
Editoria - Arte - Spettacolo
info@elioseditoriale.org