Albanian SQ Arabic AR Chinese ZH-CN English EN French FR German DE Hindi HI Indonesian ID Italian IT Japanese JA Korean KO Norwegian NO Portuguese PT Romanian RO Russian RU Spanish ES Turkish TR

Roma: l’Accademia di musica Gnessin ha presentato i programmi di formazione per gli studenti stranieri

La più grande università musicale della Russia, una delle più prestigiose istituzioni di alta formazione musicale al mondo, l’Accademia Gnessin, ha presentato presso la Casa Russa a Roma i programmi di cooperazione internazionale e scambio culturale.

«Oggi gli studenti italiani hanno l’opportunità di studiare nell’Accademia Gnessin gratuitamente nell’ambito del programma statale «Borse di studio nella Federazione Russa», realizzato dalla Casa Russa a Roma. La parte russa paga la retta, eroga le borse di studio per tutto il periodo della formazione. E offre anche, se necessario, un anno preparatorio di lingua russa. Per partecipare al programma è sufficiente contattare i nostri collaboratori, i documenti verranno accettati fino al 20 febbraio e l’invio delle domande non è complicato», afferma il direttore della Casa Russa a Roma Daria Pushkova.

Ad oggi presso l’Accademia Gnessin sono attivi 120 programmi di formazione, più della metà dei quali sono disponibili per gli studenti stranieri: «Si tratta sia di discipline accademiche (strumenti a corda, pianoforte, voce), sia di corsi che sono richiesti oggi dall’industria stessa: gestione dell’arte musicale, ingegneria del suono, produzione di arti dello spettacolo – dichiara il rettore dell’Accademia Alexander Ryzhinsky – il numero approssimativo di laureati è mezzo migliaio, di cui circa 100 sono studenti stranieri». All’ateneo studiano i rappresentanti di oltre 30 paesi. Prima della pandemia, l’Accademia collaborava con il Conservatorio di Parma: nell’ambito del programma di scambio, gli studenti italiani trascorrevano un semestre a Mosca e quelli russi a Parma.

«Abbiamo circa 40 accordi con diversi atenei in Europa, e questi legami non si interrompono – aggiunge Galina Mayarovskaya, Presidente dell’Accademia Gnessin – i nostri diplomati rappresentano la scuola musicale russa a livello internazionale, vincono prestigiosi concorsi musicali in tutto il mondo».

Il pubblico ha potuto apprezzare il talento dei laureati, e ora dei docenti dell’Accademia: la serata si è conclusa con un concerto di musica classica «Orizzonti del romanticismo russo». Nella sala concertistica della Casa Russa a Roma si sono esibiti la vincitrice di concorsi internazionali, docente con 10 anni di esperienza, la soprano Elena Dyadyanova e il brillante pianista, vincitore di concorsi internazionali Aleksei Vaker. Hanno eseguito le opere di Aleksandr Dargomyžskij, Pëtr Čajkovskij, Aleksandr Skrjabin, Sergei Rachmaninov, Isaak Dunaevskij e di altri compositori russi.

Elios
Editoria - Arte - Spettacolo
info@elioseditoriale.org