Albanian SQ Arabic AR Chinese ZH-CN English EN French FR German DE Hindi HI Indonesian ID Italian IT Japanese JA Korean KO Norwegian NO Portuguese PT Romanian RO Russian RU Spanish ES Turkish TR

Tiziano Terzani, il dono per tutti noi

Dal 7 dicembre le ultime parole di Tiziano Terzani sono libere di circolare nel web: arriva REDUX, la versione ridotta de “La fine è il mio inizio”, curata da Folco Terzani e liberamente scaricabile online d’intesa con Longanesi.

Una mappa della vita in 175 pagine fra riflessioni, aneddoti, avventure. Un canto spirituale e laico di Natale, che parla ai giovani con vigore e fiducia: occhi negli occhi, per stimolare le idee che faranno il futuro. 

Il figlio e curatore, Folco Terzani: «REDUX è il nostro contributo al momento storico che stiamo vivendo: contiene le parole più utili e preziose che ci sono capitate fra le mani. Un invito alla riflessione per tutti noi, ora impauriti e confinati, ma sicuramente più ricettivi che mai sulle grandi questioni che stiamo vivendo. Questo ebook è il nostro dono di Natale e nasce perché chiunque possa, a sua volta, condividerlo liberamente»

FIRENZE – Arriva per tutti un dono: è Tiziano Terzani ad inviarcelo, sedici anni dalla sua scomparsa. Un regalo prezioso: la versione “redux”, ridotta a 175 semplici pagine, del suo ultimo lascito, ‘La fine è il mio inizio’, il libro che usciva postumo nel 2006 per Longanesi, a cura del figlio Folco Terzani. Ed è proprio Folco – 51 anni, figlio del reporter fiorentino – a riprendere adesso l’eco di quelle parole, con un’operazione senza precedenti: da lunedì 7 dicembre la voce di Tiziano Terzani è libera di circolare in rete grazie alla messa online in formato digitale di una versione ridotta de ‘La fine è il mio inizio’, arricchita da un centinaio di affascinanti foto, alcune inedite, molte “rivisitate” dallo stesso Folco con colori che le rendono straordinariamente attuali e vive. Un gesto dal sapore “anarchico”, ma autorizzato con sensibilità dalla casa editrice Longanesi, che ne ricorda altri compiuti da Tiziano Terzani: fra gli altri, nel 2002, dopo l’11 settembre, osteggiato dagli editori angloamericani fece tradurre a proprie spese Lettere contro la guerra e lo distribuì online in formato pdf, raggiungendo una platea vastissima. Una generosità dettata dall’urgenza, dalla voglia di scuotere le coscienze. Oggi la messa online di “redux” risponde a una domanda che molti fanno, o farebbero a Folco Terzani, alla sorella Saskia e ad Angela Terzani, la sua compagna di una vita: «cosa scriverebbe oggi Tiziano Terzani?» tizianoterzani.com

Tiziano Terzani (1938-2004) fiorentino, ha vissuto per 30 anni in Asia − Singapore, Hong Kong, Pechino, Tokyo, Bangkok, Delhi − come corrispondente del settimanale tedesco Der Spiegel. Viaggiatore poliglotta, autore in vita di otto libri – tra cui i bestseller Un indovino mi disse e Lettere contro la guerra – collaboratore de l’Espresso, la Repubblica e Corriere della sera, muore dopo una lunga malattia nella val d’Orsigna sull’Appennino toscano. Uomo eclettico, con un passato da manager in Olivetti, ha raccontato guerre, rivoluzioni e viaggi avventurosi, instaurando col pubblico un dialogo autentico capace di ispirare nuove generazioni di lettori e viaggiatori.  Folco Terzani (1969) scrittore e documentarista è nato a New York e cresciuto in Asia. Ha curato il libro postumo La fine è il mio inizio (Longanesi, 2006) e la sceneggiatura dell’omonimo film con Bruno Ganz ed Elio Germano. È autore della biografia A piedi nudi sulla terra (Longanesi, 2011), del memoir sportivo con Michele Graglia Ultra (Sperling & Kupfer, 2017) e della favola Il Cane, il Lupo e Dio (Longanesi, 2017) illustrata da Nicola Magrin.

Elios
Editoria - Arte - Spettacolo
info@elioseditoriale.org